IC ROVIGO 1

Esami di stato conclusivi del primo ciclo di istruzione

L’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, disciplinato per il solo a.s. 2020/21 dall’OM n. 52 del 03/03/2021, consiste in una sola prova orale e prevede la realizzazione e la presentazione di un elaborato da parte degli alunni, che andrà consegnato prima degli esami.

L’esame si svolge in presenzatuttavia, come leggiamo nell’articolo 9 dell’OM, potrebbe svolgersi in video conferenza o in altra modalità sincrona a distanza, nel caso in cui le condizioni epidemiologiche e le disposizioni delle autorità competenti lo richiedano oppure nel caso in cui il dirigente scolastico (prima dell’inizio della sessione d’esame) o il presidente di commissione (successivamente all’inizio della sessione d’esame) ravvisi l’impossibilità di applicare le eventuali misure di sicurezza stabilite, in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica e delle disposizioni ad essa correlate.

L’esame in video conferenza o in altra modalità sincrona è previsto, inoltre, per i candidati impossibilitati a essere presenti perché in ospedale o luoghi di cura o perché impossibilitati lasciare il proprio domicilio nel periodo dell’esame. Lo stesso vale per i commissari se impossibilitati a seguire i lavori in presenza, inclusa la prova d’esame, in conseguenza di specifiche disposizioni sanitarie connesse all’emergenza epidemiologica. 

In sintesi:

  • assegnazione della tematica dell’elaborato, che gli alunni dovranno realizzare e presentare, da parte del consiglio di classe a ciascuno studente entro il 7 maggio 2021;
  • supporto dei docenti agli allievi nella realizzazione dell’elaborato e nella scelta della forma che lo stesso dovrà avere;
  • trasmissione al consiglio di classe dell’elaborato da parte degli studenti entro il 7 giugno 2021;
  • scrutinio finale per delibera ammissione all’esame e attribuzione relativo voto in decimi;
  • insediamento della commissione d’esame;
  • svolgimento esame: prova orale a partire dalla presentazione dell’elaborato;
  • valutazione finale.

L’esame si svolge nel periodo compreso tra il termine delle lezioni (data stabilita dal calendario regionale) e il 30 giugno 2021, salvo diversa disposizione connessa all’andamento della situazione epidemiologica.

Il calendario delle operazioni d’esame, così come la riunione preliminare, è disciplinato dall’articolo 5 del DM n. 741/2017, cui rinvia l’articolo 10 della suddetta OM:

Restano ferme le disposizioni di cui agli articoli 3, 4, 5, 11, 15 del DM 741/2017, per quanto compatibili con la presente ordinanza.

Il dirigente scolastico, secondo le disposizioni del citato articolo 5, definisce e comunica al collegio docenti il calendario delle operazioni d’esame e in particolare le date di svolgimento di:

  • riunione preliminaredella commissione;
  • prova orale;
  • eventuali prove suppletive(per il corrente anno scolastico prova orale suppletiva, da concludersi sempre entro il 30 giugno 2021; in casi eccezionali entro il termine dell’anno scolastico ossia il 31/08, come prevede l’articolo 11 del DM 741/2017).

Compiti della commissione nel corso della riunione preliminare:

  • definisce gli aspetti organizzativi delle attività delle sottocommissioni determinando, in particolare, l’ordine di successione delle classi per i colloqui (nella definizione del calendario la commissione tiene in considerazione le intese dello Stato con confessioni religiose che considerano il sabato come giorno di riposo);
  • definisce i criteri di valutazione della prova d’esame; al riguardo sottolineiamo che i predetti criteri devono essere coerenti con il profilo finale dello studente, con gli obiettivi e i traguardi di competenza previsti dalle Indicazioni nazionali come declinati dal curricolo di istituto e dalla programmazione dei consigli di classe (vedi griglia di valutazione della prova d’esame), con particolare attenzione alla capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, nonché sul livello di padronanza delle competenze di educazione civica;
  • definisce le modalità organizzative per lo svolgimento della prova d’esame per gli alunni con disabilità certificata e/o con disturbo specifico di apprendimento certificato;
  • individua per ogni sottocommissione un docente coordinatore all’interno della stessa; evidenziamo che ogni coordinatore è delegato dal Presidente a sostituirlo nei lavori della propria sottocommissione in caso di assenza temporanea o contestuale impegno presso altra sottocommissione.

Sempre in sede di riunione preliminare, la commissione può definire i criteri per l’attribuzione della lode, tenuto conto di quanto previsto dall’OM: “La valutazione finale espressa con la votazione di dieci decimi può essere accompagnata dalla lode, con deliberazione all’unanimità della commissione, in relazione alle valutazioni conseguite nel percorso scolastico del triennio e agli esiti della prova d’esame”. 

La Dirigente Scolastica

Dott.ssa Maria Rita Pasqualin

OM Esami di Stato Primo ciclo n. 52